1 maggio 2019

Intervista a Piero Bucchi

In occasione della consegna della Retina d’oro a Piero Bucchi abbiamo chiesto al vincitore…

D – Un commento sulla stagione appena passata e prospettive sulla prossima…

R – Quella appena trascorsa è stata una stagione molto intensa, dove siamo stati protagonisti: abbiamo raggiunto la promozione, che non era per nulla scontata, si tratta di risultato e di un premio al lavoro di tutti: della Società, dei mei collaboratori, dei giocatori e quindi abbiamo raggiunto l’obbiettivo e siamo particolarmente contenti. Per la prossima stagione si dovrà azzerare un po’ tutto: il passaggio dalla A2 all’A1 non è così scontato e semplice, si dovranno impostare molto bene le priorità a cominciare da una ristrutturazione della Società, perché il passaggio da una lega all’altra certamente non è una cosa semplice.

 

D – Un pensiero sul movimento della pallacanestro in Italia e sui prossimi mondiali…

R – Sui prossimi mondiali penso che con i ragazzi che sono in N.B.A. la squadra possa fare assolutamente bene. Per quanto riguarda il “movimento” diciamo che ora è in crisi, perché risente ovviamente della crisi economica e di una tassazione sulle società che pesa tantissimo e credo che, finchè questa situazione permane la ripresa sarà piuttosto lenta.